CON IL SOSTEGNO DELLA European Hidradenitis Suppurativa Foundation
 

Uno degli aspetti più importanti per la gestione dell'idrosadenite suppurativa è conoscere la propria malattia attraverso l'acquisizione di quante più informazioni possibili. Qui di seguito troverai una lista delle domande più frequenti riguardo l'idrosadenite suppurativa.

C’è un legame tra idrosadenite suppurativa e tumori?

Sì. Uno studio condotto su pazienti affetti da idrosadenite suppurativa ha indicato per questi un aumento del 50% del rischio di sviluppare qualunque tipo di tumore rispetto al resto della popolazione. Tra le forme di tumore più frequentemente riportate vi sono il tumore della bocca chiamato carcinoma orale, il tumore della pelle chiamato carcinoma a cellule squamose e il tumore del fegato chiamato carcinoma epatocellulare. Tale studio non ha tuttavia tenuto conto della valutazione del rischio associato al fumo di sigaretta.1


Se smetto di fumare, guarirò dall’idrosadenite suppurativa?

Purtroppo non esiste attualmente una cura per l’idrosadenite suppurativa che consenta la guarigione definitiva. Per quanto riguarda la prevenzione, sebbene alcuni studi abbiano stabilito un legame tra l’idrosadenite suppurativa e il fumo, non è ancora chiaro se il fumo sia responsabile dell’insorgenza dell’idrosadenite suppurativa o se l’idrosadenite suppurativa (con i conseguenti disturbi dell’umore di tipo depressivo) favorisca la dipendenza al fumo di sigaretta.1,3  Ad ogni modo, sappiamo che smettere di fumare aiuta e fa bene allo stato di salute generale. Ti raccomandiamo quindi di parlarne con il tuo medico.


Quanto spesso si possono ripresentare i sintomi dell’idrosadenite suppurativa?

Gli episodi di riacutizzazione possono differire, caso per caso, in frequenza ed entità. Ad esempio, nelle forme lievi d’idrosadenite suppurativa possono manifestarsi occasionalmente piccoli gonfiori e comedoni (quelli che comunemente chiamiamo punti neri), mentre in quelle più gravi possono comparire ascessi ricorrenti che evolvono in profonde fistole.1,2,5


Esiste una cura per l’idrosadenite suppurativa?

Attualmente non esiste una cura che permetta una guarigione definitiva dall’idrosadenite suppurativa. Fondamentale è la gestione appropriata della malattia con l’aiuto del dermatologo: nonostante non tutti i casi mostrano carattere progressivo (ossia non è detto che la malattia peggiori col tempo) è importante tenere i sintomi sotto controllo, poichè essi tendono a ripresentarsi.2,4


L’idrosadenite suppurativa è contagiosa?

No, l’idrosadenite suppurativa non è contagiosa. Sebbene colpisca la pelle è una malattia infiammatoria cronica, è infatti associata ad alterazioni del sistema immunitario.1,2,3


Parla con il tuo dermatologo

TTYD

Se pensi di essere affetto da idrosadenite suppurativa il primo passo che devi fare è rivolgerti ad un dermatologo.

Continua

Segni e sintomi

TTYD

Vedi alcuni casi reali di idrosadenite suppurativa

Continua

Bibliografia:

  1. Jemec G. Hidradenitis Suppurativa. N Engl J Med. 2012; 366:158-64.
  2. Zouboulis CC, Tsatsou F (2012) Disorders of the apocrine sweat glands. In: Goldsmith LA, Katz SI, Gilchrest BA, Paller AS, Leffell DJ, Wolff K (eds) Fitzpatrick’s Dermatology in General Medicine. 8th ed, McGraw Hill, New York Chicago, pp 947-959.
  3. The British Association of Dermatologists. Hidradenitis Suppurativa. Available at: http://www.bad.org.uk/site/825/default.aspx. Accessed August 2013.
  4. Collier F., Smith R., Morton C. Diagnosis and management of hidradenitis suppurativa. BMJ. 2013; 346:f2121.
  5. Mayo Health Clinic. Hidradenitis Suppurativa. Available at: http://www.mayoclinic.com/health/hidradenitis-suppurativa/DS00818. Accessed August 2013
    Utilizziamo tecnologia cookie per rendere più agevole la navigazione sul nostro sito internet. Per saperne di più, vai a Privacy & Cookie Policy.